cresima - Parrocchia San Giovanni Battista Morlupo

dio
Parrocchia San Giovanni Battista Morlupo
PARROCCHIA SAN GIOVANNI BATTISTA MORLUPO
P.zza Giovanni XXIII n. 8, 00067 Morlupo (RM) - Tel. 0690190221 - 3293217460
P.zza Giovanni XXIII n. 8, 00067 Morlupo (RM) - Tel. 0690190221 - 3293217460
P.zza Giovanni XXIII n. 8, 00067 Morlupo (RM) - Tel. 0690190221 - 3293217460
PARROCCHIA SAN GIOVANNI BATTISTA MORLUPO
P.zza Giovanni XXIII n. 8, 00067 Morlupo (RM) - Tel. 0690190221 - 3293217460
Il Mio Sito
Vai ai contenuti


Catechesi della Confermazione (clicca qui per la pagina della catechesi)lt


Cosa fare per chiedere la Cresima


Le tappe:
il cammino prevede un triennio di preparazione alla Cresima. In questo cammino sono previsti, lungo ogni anno, incontri mensili con i genitori.
Normalmente i corsi iniziano nel mese di settembre e si svolgono di sabato presso l'Oratorio Giovanni Paolo II.

É necessario che i genitori presentino al momento dell'iscrizione il certificato di Battesimo se non Battezzati nella nostra parrocchia.


L’età:
generalmente il cammino inizia all'età di 10 anni.
Le iscrizioni avvengono nella prima settimana di settembre contattando il parroco o suoi delegati.

I catechisti:
il cammino viene affidato a catechisti che hanno il loro riferimento nel Parroco.

Il Padrino o la Madrina del Cresimando:
[Can. 893 § 2] Per sottolineare la continuità di impegno assunto per la vita di fede del ragazzo, è conveniente che il Padrino/Madrina sia la stessa persona che ebbe questo compito nel battesimo. Se ciò non fosse possibile, è auspicabile che, dovendo assumere la fisionomia di guida spirituale specialmente nel difficile passaggio dalla preadolescenza alla giovinezza, il Padrino/Madrina, sia una persona seriamente credente e significativa per il ragazzo che possa diventare per lui un reale punto di riferimento.
Nella scelta del Padrino/Madrina, a differenza del Sacramento del Battesimo dove sono i genitori a scegliere i
due  padrini (uomo e donna a simboleggiare l'istituto della famiglia), nel sacramento della Cresima è il cresimando che sceglie un Padrino o una Madrina.

Condizioni per esercitare il compito di Padrino/Madrina richieste dal Codice di Diritto Canonico valido per la Cresima [Can. 893 (874)]
Per essere ammesso all’incarico di padrino, è necessario che:

  • sia designato dallo stesso battezzando o dai suoi genitori o da chi ne fa le veci oppure, mancando questi, dal parroco o dal ministro e abbia l’attitudine e l’intenzione di esercitare questo incarico;

  • abbia compiuto i sedici anni;

  • sia cattolico, abbia ricevuto il Battesimo e la Cresima, il santissimo sacramento dell’Eucarestia e conduca una vita conforme alla fede e all’incarico che assume;

  • non sia irretito da alcuna pena canonica legittimamente inflitta o dichiarata;

  • non sia il padre o la madre del cresimando.

  • se sposato/a, sia in una posizione regolare: non sono ammessi divorziati risposati, conviventi, sposati solo civilmente.


Il padrino e la madrina sono, di norma, presentati al parroco dai genitori, che ne garantiscono l’idoneità fornendo il  documento di idoneità dei padrini e madrine (autocertificazione, clicca qui per visualizzare il documento).



chiesa
chiesa
Torna ai contenuti